Uccido solo le zanzare

16,00

Autore R. Frigo

Collana: Narrativa – Melo

Racconti alternati a poesie sottolineano una personale esperienza esistenziale: la malattia.

Disponibile

Descrizione

Racconti alternati a poesie sottolineano una personale esperienza esistenziale: la malattia. Preoccupante e disturbante compare tra le righe e impone l’altrove; lo sguardo si rivolge alla vita rurale e cittadina, di lavoro e solitudine. Emergono vissuti di irritazioni, necessità di rivisitare incontri, scontri, reazioni, storie e riflessioni quasi a contrastare le sofferenze.
Roberto Frigo coinvolge chi legge, suggerendo una possibile via di scomodo adattamento a chiunque abbia dimestichezza con la malattia importante, e agli altri testimonia come ci si possa muovere sul filo del rasoio nel rapporto antinomico di vita e morte.
L’altrove, luogo della mente, trasporta l’uomo verso una coscienza nuova.

Roberto Frigo
64 anni, di Padova. Oltre alla città natale, considero luoghi della mia vita Milano, New York, Madonna di Campiglio, Toronto, Vescovana. Diversi e diversamente lunghi i periodi che ho trascorso in ognuno di essi, ma tutti importanti. Ci sono stati anche altri luoghi, ho avuto il privilegio di viaggiare abbastanza. Ho frequentato il Liceo classico Tito Livio e la facoltà di Economia Aziendale della Bocconi senza conseguire la laurea (mi sono fermato a così poca distanza dalla meta da poter dire che non ho ottenuto il titolo di dottore, ma senz’altro quello di mona). Imprenditore, docente in corsi di formazione, consulente aziendale, agricoltore. Ho potuto esprimermi con la fotografia e con la pittura, ora non più. Sono ormai quasi un nullafacente. Lettura, musica, film in streaming, esercizio fisico aiutano a riempire le giornate. Come scrivere racconti e poesie.

Informazioni aggiuntive

Anno pubblicazione

2022

Autore

R. Frigo

Codice ISBN

979-12-805640-7-8

Pagine

160

Formato

14,8 x 21 cm

Ti potrebbero interessare…

Torna in cima