Il Sé-disseminato

13,00

Autore J. P. Matot
Collana: Psicologia – Baobab

Saggio. Soggetto, ambiente e dimensione psicoanalitica.

Disponibile

Descrizione

L’autore affronta il funzionamento psichico proponendo un modello basato sulle teorie psicoanalitiche, ma alla luce di una nuova revisione topica, fondata su principi che aprono a nuove prospettive e riflessioni cliniche.
Si aprono così nuovi percorsi al pensiero in un’epoca che tende a considerare i disturbi psichici nelle loro differenti forme, sotto l’egida di disturbi del neurosviluppo. Il Sé-disseminato di cui parla Jean-Paul Matot, riporta l’attenzione al soggetto inteso nella sua globalità. In tal modo indirizza la psicoanalisi a tener conto dell’ambiente, da cui scaturisce una nuova metapsicologia.

Il non differenziato, l’informe, assume un posto centrale, così i funzionamenti transizionali che ne sono una derivazione, perché ad essi è legata l’origine dell’adattamento della psiche alla continua evoluzione dei fenomeni umani.

Un principio di co-emergenza si evidenzia dal fondo non differenziato dello psichismo e dal suo ambiente, e l’uno non può essere pensato separatamente dall’altro. Nella prima parte le considerazioni di J.P. Matot portano a riflettere sui problemi della distruttività, dell’atmosfera e della dimensione psicoanalitica.

Dalla sequenza di queste co-emergenze, scaturisce una pluralità di configurazioni psichiche oltre alle differenziazioni dentro/fuori che formano il Sé Disseminato, il quale non ha una localizzazione precisa dello psichismo.

La pluralità delle configurazioni psichiche individuali evidenzia i differenti livelli della realtà accessibile all’umano, e anche lo sviluppo delle capacità creative e adattive. Queste generano tuttavia dalla complessità e dall’instabilità a cui rispondono le differenti modalità della distruttività, che mirano alla riduzione delle differenze e delle turbolenze.

Il modello si basa sulle teorie psicoanalitiche, ma propone una sostanziale revisione topica che permette, a un livello collettivo e sociale, di collegare l’auto-distruzione ecosistemica e la complessificazione del mondo. Riguardo i trattamenti psicoanalitici l’autore invita a porre più attenzione alla funzione generativa dei funzionamenti poco differenziati, e alla fluidità dei passaggi di tali configurazioni psichiche e ai differenti livelli di realtà.

Jean-Paul Matot è psichiatra e psicoanalista, dirige da dieci anni la Rivista belga di psicoanalisi e ha pubblicato numerosi articoli e parecchi libri.

Informazioni aggiuntive

Anno pubblicazione

2020

Autore

J. P. Matot

Codice ISBN

978-88-944930-4-7

Pagine

128

Formato

14,8 x 21 cm

Ti potrebbero interessare…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO

Iscriviti alla nostra newsletter

Torna in cima